Aree verdi cancellate
DALLA mappa di Roma si sta per cancellare una superficie verde grande 13 volte Villa Pamphili.
Sono 160 aree, spesso vicine a parchi e zone tutelate - dalla Marcigliana a Veio, dall'Appia antica alla Riserva del Litorale - su cui verrebbero realizzate cubature per almeno 20 milioni di metri cubi: quasi 200 mila stanze. Le zone della città più colpite dalla nuova ondata di costruzioni sono quelle a ovest, nei municipi XV, XVIII, XIX e XX. In alcuni casi si tratta di aree molto vaste, come i 121 ettari tra Casalotti e Montespaccato o i 37 ettari a Portonaccio.

"Si rischia un ennesimo sacco di Roma", accusano Della Seta e Ferrante. "Giustificato questa volta con l'esigenza di compensare i grandi immobiliaristi per le mancate edificazioni in aree della città sottoposte a tutela: solo che le compensazioni non avvengono a parità di cubatura, ma di valore immobiliare: il che vuol dire che il cemento che si autorizza è molto di più di quello che si evita". Ma nella capitale c'è veramente bisogno di nuove case? Al momento il mercato immobiliare è quasi completamente bloccato dalla crisi economica e dalla stretta creditizia. 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 3